Conduzione - Piscine

PUlizia PISCINA - Assistente Bagnanti

Il Break Point o superclorazione

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Qualsiasi prodotto clorante eccetto il biossido di cloro  utilizzato in acqua si trasforma, attraverso reazioni di ossidazione dismutazione o idrolisi, in acido ipocloroso (HClO).

La funzione del cloro immesso in vasca è quella di ossidare le sostanze contaminanti presenti nell’acqua a causa delle precipitazioni atmosferiche, del vento, degli insetti, ma anche dei bagnanti (come sudore, urina, saliva ecc..) oltre ad eliminare la clororesistenza di alghe, batteri.

Il grado di contaminazione dell’acqua richiede una quantità specifica di cloro per ossidare i contaminanti e quindi un trattamento dell’acqua con cloro adeguato. 

L’ossidazione, che inizialmente provoca i Clorammiti responsabili del fastidioso odore di cloro e dell’irritazione agli occhi, finisce per colpire tutti i prodotti contaminati in acqua, superando il “punto di Rottura” o “Break – Point”. In questo momento il cloro ancora disponibile come libero rimane a “guardia” contro eventuali contaminanti, stabilizzandosi in un tasso che oscilla tra 0,6 e 1,00 ppm, garantendo così la massima igienicità. 

La Superclorazione ha lo scopo di mantenere il cloro in acqua oltre il Break-Point, assicurando anche la completa ossidazione dei prodotti fastidiosi (Clorammine).

Il trattamento di superclorazione dovrà essere effettuato all'inizio di ogni stagione, da ripetersi ogni due settimane per gli impianti privati (in cui è preferibile utilizzare Sodiodicloroisocianurato) ed ogni 5 / 6 giorni per le strutture pubbliche. 

Una volta avvenuta la superclorazione della piscina è necessario attendere un ciclo di filtrazione per controllare il livello del cloro libero in vasca, evitando di aggiungerne altro sino a quando non sia rientrato nella norma. trattamenti di superclorazione periodica sono particolarmente efficaci nei periodi più caldi, per combattere l’insorgenza e la proliferazione delle alghe, batteri e dei contaminanti organici. 

La quantità consigliata è di: 

  • 15 ÷ 20 g/m3 per la Superclorazione ad inizio stagione,
  • 8 ÷ 10 g/m3 per la Superclorazione periodica. 

Dopo aver eseguito un energico controlavaggio, versare il prodotto lentamente (per consentire una facile dissoluzione) nello skimmer e/o nella vasca di compenso.

Chi è in on line

Abbiamo 273 visitatori e nessun utente online

DITTA: DOSSI PASQUALE - VIA A GRANDI 7/B - CAP: 20871 (MB) | P.IVA: 09685910961 -  E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016 Questo sito utilizza cookie di terze parti per conoscere le tue preferenze ed inviarti pubblicità in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso a questi cookie, accedi alla Informativa estesa sull'utilizzo dei cookie - Cookie policy. Cliccando su "Accetto", scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies in conformità con la nostra Cookie policy.